Ozieri, Martedì 19 Novembre 2019

Parte la nuova gestione dell'ippodromo di Chilivani

Parte la nuova gestione dell'ippodromo di Chilivani

Con la prima riunione di corse di questa stagione, prevista per oggi giovedì 23 aprile alle 15, parte la nuova gestione dell'ippodromo di Chilivani attivata dal Comune di Ozieri

Sette corse e quasi 90 cavalli impegnati per una giornata storica . Previste altre cinque riunioni nel prossimo mese di maggio e due nel mese di giugno; poi in autunno per un totale di 16 giornate ordinarie e 9 matinèe. L'Unire riconosce la specificità della Sardegna e stanzia un buon montepremi.
[vedi il programma]

Parte la nuova gestione dell'Ippodromo di Chilivani



Per il sindaco Ladu "L'ippodromo deve ritornare a rappresentare i riferimento per l'ippica sarda e può così candidarsi a diventare la più grande impresa del territorio". Già asfaltata la strada di collegamento all'impianto che era in condizioni disastrose da tempo, rappresentando emblematicamente il simbolo del degrado.

Da oggi prende il via la gestione del comune di Ozieri che ha ottenuto la struttura in comodato d'uso gratuito per 30 anni dalla Regione. Una giornata storica quindi per il più importante ippodromo dell'Isola, tempio dell'ippica sarda. La storia di questo impianto è legata a quella del mondo del cavallo sardo. L'Ippodromo Don Deodato Meloni fu inaugurato con una memorabile manifestazione nel 1921 alla presenza del re Vittorio Emanuele III. Da allora è stato un crescendo di avvenimenti importanti e di consolidamento del ruolo di struttura di riferimento e stimolo per il mondo dell'ippica sarda. Nell'ultimo periodo anche l'Ippodromo di Chilivani ha vissuto momenti veramente difficili e quando la Regione ha deciso di lasciare il campo, l'Amministrazione comunale di Ozieri ha raccolto la sfida ed in tempo record ha costruito le azioni necessarie a garantire l'avvio della stagione di corse.

Tutto definito: il passaggio dell'impianto, concesso in comodato per trent'anni, la costituzione della società in house che si occupa della gestione, l'espletamento delle procedure stabilite dall'Unire per le corse e le scommesse e l'organizzazione delle riunioni. Tutto è ormai pronto per l'avvio delle corse, compreso il totalizzatore che già dal primo appuntamento avrà anche valenza nazionale.

Per la prima riunione è stato messo in piedi un programma veramente interessante con 7 corse e quasi 90 cavalli impegnati, dei quali 30 puledri debuttanti puro sangue e anglo arabi sardi. Il sindaco Leonardo Ladu ha difeso l'azione del comune dalle critiche e dalle diffuse espresisoni di scetticismo. "Prendiamo in carico L'ippodromo di Chilivani nella consapevolezza che è fondamentale rilanciare questo impianto per sostenere il cavallo sardo e tutto il comparto dell'ippica sarda. L'ippodromo di Chilivani può divenire la prima impresa del territorio." Parole confermate anche da Franco Sionis, che è stato chiamato a presiedere la nuova società Ippodromo di Chilivani Ozieri S.r.l. " Il nostro ippodromo aveva un prestigio di livello nazionale. Bisogna lavorare per recuperare questa importanza e dare l'opportunità agli allevatori di poter contare su strutture che favoriscano l'inserimento nel mondo del cavallo di qualità."

La società controllata interamente dal comune è costituita da un consiglio di amministrazione del quale fanno parte oltre il presidente Franco Sionis, grande esperto di cavalli, noto per aver guidato autorevolmente e produttivamente l'Istituto Incremento Ippico e poi per essere stato altrettanto autorevolmente consigliere dell'Unire, da due ex dirigenti dell' Istituto Incremento Ippico: Diego Satta e Paolo Puddu, che svolgerà le funzioni di direttore.
La società sarà anche affiancata da un consiglio di garanti costituito da rappresentanti di allevatori e allenatori di cavalli, tecnici e amministratori. La nuova gestione è salutata con grande attesa e speranza da tutti gli operatori ippici sardi. Non vi è dubbio infatti che in questo momento, occorre molto ottimismo e tanta tolleranza e collaborazione da parte di tutti gli operatori proprietari, allenatori e fantini, per rimettere in funzione l'attività all'insegna del rilancio. La grave crisi in atto nel settore delle scommesse ippiche e la riduzione delle giornate di corse, infatti, inducono qualche preoccupazione sul futuro economico. Comunque il consolidamento del montepremi ai livelli del 2008 ha consentito di programmare delle buone corse con dotazioni accettabili e spesso abbastanza remunerative, soprattutto nell'area del cavallo da sella.
Viene riconosciuta dall'Unire la specificità della Sardegna per quanto riguarda l'allevamento del cavallo anglo arabo ed arabo con una assegnazione incentivante che consente di far tornare a livelli più consoni le dotazioni delle prove più importanti del percorso di selezione. Derby e Gran Premio sardo e il Meeting internazionale avranno pertanto dotazioni più accettabili.

Calendario Riunioni Primaverili (tutte pomeridiane)

Aprile: 23
Maggio: 2-11-18-25
Giugno: 5-12 (internazionali)

Il montepremi totale è di 1.039.000 euro da distribuire nelle due riunioni di primavera ed estiva-autunnale, articolate in 16 giornate ordinarie e 9 matinèe.

[scarica il programma] della Riunione Primaverile dell'Ippodromo di Chilivani-Ozieri

Informazioni

Ippodromo 079/754972 – Sportello Impresa 079/7851126

Versione stampabile