Ozieri, Venerdì 20 Settembre 2019

Alghero, 15-18 maggio 09 - Conferenza sul Piano Paesaggistico Regionale

Conferenza Territoriale sul Piano Paesaggistico Regionale

Il contributo della Città di Ozieri alla Conferenza Territoriale sul PPR

Intensa partecipazione del Comune di Ozieri alle sessioni di lavoro della Conferenza Territoriale sul Piano Paesaggistico Regionale svoltasi nella Città di Alghero il 15 - 18 maggio 2009.

Al tavolo preliminare di lavoro, tenutosi nella sala consiliare del Palazzo Civico Algherese, nel cuore del centro storico, ha partecipato il Direttore Generale, dr Antonino Puledda, che ha svolto una articolata relazione sulla base delle indicazioni emerse a seguito della Conferenza di Servizi organizzata dal Comune di Ozieri il giorno 13 Maggio 2009.
Nel corso dei lavori sono state, fra l'altro, illustrate e rese disponibili, anche con mezzi informatici, le 6 schede tematiche predisposte dal nostro Comune.
Tali schede, insieme alle considerazioni offerte dai Comuni di Alghero, Sassari, Porto Torres, Villanova Monteleone e Ploaghe, oltreché dalla Provincia di Sassari, hanno consentito all'Assessore all'Urbanistica algherese di predisporre la traccia dei lavori per la Conferenza Territoriale del 18 Maggio 2009 presso il Teatro Civico di Alghero.

I lavori della Conferenza sono stati aperti dalle relazioni del Sindaco della Città catalana Avv. Marco Tedde e dall'intervento introduttivo dell'Assessore Regionale all'Urbanistica Dr. Ing. Gabriele Asunis. A seguire lo svolgimento delle tracce tematiche della Conferenza da parte del Dr. Maurizio Pirisi, Assessore all'Urbanistica del Comune di Alghero.
Numerosi gli interventi degli Amministratori Comunali del Nord Sardegna. Molto apprezzati i contributi del Vice Sindaco di Porto Torres Giacomo Rum, del Sindaco di Ossi Pasquale Lubinu, del Sindaco di Castelsardo, nonché consigliere regionale, Franco Cuccureddu.

Per il nostro Ente ha preso dapprima la parola l'Assessore all'Urbanistica Gianfranco Mundula il quale, dopo aver rivendicato l'antica vocazione della Città di Ozieri in ordine all'intelligente e proficuo utilizzo del suo territorio, ha chiesto che per le zone interne della Sardegna, nelle more della approvazione delle norme paesaggistiche per le aree non costiere, sia riconosciuta adeguata valenza agli strumenti urbanistici comunali in specie per quelli che hanno ricevuto la prescritta validazione da parte delle preposte autorità regionali.
L'Assessore ha posto in evidenza che Ozieri risulta essere il quinto Comune per popolazione del Nord Ovest della Sardegna e come, sempre nell'ambito della Provincia di Sassari, la nostra Città si propone, per estensione territoriale e per dimensionamento demografico, quale più importante centro delle zone non costiere.
Anche in relazione a tale circostanza, ha concluso l'Assessore, le proposte tematiche del Comune di Ozieri dovranno costituire la base per una precisa rivendicazione di particolare attenzione da parte della RAS per tutti gli Enti, a partire da quelli del'Unione del Logudoro, non ricompresi nel primo ambito omogeneo del PPR.
Con un breve successivo intervento il Direttore Generale ha illustrato le schede tematiche aventi un contenuto estensibile alla generalità dei Comuni dell'entroterra.

Tutti gli Amministratori Comunali intervenuti hanno rivendicato la pari dignità dei Comuni nei confronti della Regione, reclamando una puntuale attenzione alla rappresentazione delle esigenze dei territori, maggiore chiarezza e univocità di interpretazione delle regole del gioco.
Un severo monito a non disperdere i contenuti positivi del PPR è stato avanzato dal consigliere regionale ed ex Sindaco di Alghero Carlo Sechi.

I lavori sono stati conclusi da una lucida e appassionata riflessione dell'Assessore Asunis che si è dichiarato molto soddisfatto per gli spunti offerti dal dibattito.
L'intendimento della Regione, ha precisato Asunis, non è quello di scardinare il PPR ma di provare a portare a sintesi le proposte avanzate nelle 8 Conferenze Territoriali previste, per addivenire a un quadro normativo generale nella delicata materia paesaggistica che faccia convivere l'esigenza della salvaguardia dell'ambiente con il diritto dei Comuni di essere i primi protagonisti dello sviluppo sostenibile dei loro territori.

Documentazione


Versione stampabile