Ozieri, Mercoledì 20 Novembre 2019

Lo scrittore Gavino Ledda

Incontro con lo scrittore Gavino Ledda

Per la rassegna "Autunno piovono libri" Venerdì 20 novembre alle ore 18, presso la Biblioteca Comunale.

Lo scrittore di Siligo Gavino Ledda arriva ad Ozieri per incontrare i lettori con cui aprirà un dibattito sulla genesi, l'evoluzione della lingua sarda.
Emancipatosi dalla servitù paterna, Gavino Ledda nel 1969 si laurea in Glottologia all'Università la Sapienza di Roma. Successivamente, nel 1970, è ammesso all'Accademia della Crusca. Nel 1971 è assistente di Filologia romanza e di Linguistica sarda a Cagliari.
Il suo successo in ambito nazionale è legato all'esordio come scrittore di "Padre Padrone", pubblicato da Feltrinelli nel 1975, in cui riassume la propria vicenda biografica. Il libro vince il premio Viareggio quale opera prima ed è presto tradotto in quaranta lingue.
Nel 1977 i fratelli Taviani ne traggono un film che vince la Palma d'Oro al festival di Cannes ed entra nell'olimpo dei classici della cinematografia con il titolo di "My father, my master".
Forte di questa esperienza, Gavino abbraccia la settima arte e dirige nel 1984 il film Hybris.
Tra i progetti futuri ci sono anche film e video. Il primo è un Docufilm, sotto forma di j'accuse dello scrittore, concernente l'arte, la letteratura, il cinema e la cultura. Il secondo riguarda una serie di video letture tratte dall'opera autobiografica "Padre padrone", riscritta alla luce degli studi linguistici compiuti da Ledda negli ultimi trent'anni. Il terzo progetto è un'antologia di "confessioni" dello scrittore sardo, relative ai concetti di democrazia, maternità, progresso, comunicazione e di molti altri ancora.

Gavino Ledda

Gavino Ledda nasce a Siligo, il 30 dicembre 1938; fa il pastore fino a 20 anni, senza frequentare alcun tipo di scuola.
Nel 1958 decide di arruolarsi volontario nell'esercito italiano. Nel 1959 diventa sergente esperto in radiotecnica presso la scuola di trasmissioni della Cecchignola, a Roma, e nel 1961, a Pisa, consegue da privatista la licenza media.
Nell'aprile 1962 si congeda dall'esercito e ottiene, sempre da privatista, la licenza ginnasiale a Ozieri, in Sardegna, dove è nel frattempo rientrato.
Successivamente, è ammesso alla terza liceo classico, e nel 1964 sostiene la maturità classica. Si iscrive quindi all'Università "La Sapienza" di Roma e nel 1969 si laurea in Glottologia, con una tesi sul dialetto sardo.
Nel 1970 è all'Accademia della Crusca con Giacomo Devoto e nel 1971 è assistente di Filologia romanza e di Linguistica sarda a Cagliari.
Nel frattempo inizia a scrivere "Padre padrone. L'educazione di un pastore", che completa nel 1974; nell'aprile 1975 il libro viene pubblicato da Feltrinelli e riscuote un notevole successo, ottiene il Premio Viareggio, viene tradotto in quaranta lingue e, nel 1977, diventa un film con la regia dei fratelli Taviani, che vince la Palma d'oro al Festival di Cannes.

[fonte: www.comunesiligo.it]

Versione stampabile