Ozieri, Sabato 4 Aprile 2020

Fiera di Ozieri 2010

La Fiera di Ozieri si rinnova per garantire il ruolo di riferimento del comparto agricolo del Nord Sardegna

Oltre alle esposizioni zootecniche e agro alimentari diviene infatti un momento di confronto e riflessione sul futuro del settore trainante delle zone interne.

Con il programma dell'appuntamento che si svolgerà il 17 e 18 aprile, definito dall'Amministrazione comunale con la collaborazione dell'Associazione Interprovinciale Allevatori, agenzie Laore e Agris, associazioni professionali agricole, c'è l'intento di creare un evento di riferimento per il mondo rurale in un momento particolarmente difficile.

"L'idea è quella di cercare di promuovere e valorizzare le attività legate alla multifunzionalità, alle filiere corte, al turismo rurale, allo sfruttamento delle fonti energetiche, al turismo e sport legato al cavallo - sostiene l'assessore all'Agricoltura Antonello Sgarangella - È infatti necessario diffondere le opportunità per diversificare le attività delle aziende agricole schiacciate dal calo dei prezzi delle materie prime e dai rischi della monocoltura. La fiera avrà quindi un prologo venerdě 16 aprile, alle 17,30 con il convegno-tavola rotonda dal tema: Prospettive economiche e produttive delle imprese agricole. Le opportunità per integrare il reddito aziendale: multifunzionalità, turismo ed energia da biomasse".

È prevista la relazione di Salvatore Fele, Dirigente di Laore che parlerà delle opportunità della multifunzionalità in agricoltura. Quindi il professore Antonio Pazzona della facoltà di Agraria di Sassari, parlerà delle produzioni energetiche in agricoltura: le biomasse e il fotovoltaico.
Il sindaco Leonardo Ladu illustrerà il piano che prevede i progetti avviati dall'amministrazione comunale e l'Assessore regionale all'Agricoltura Andrea Prato porterà la voce della Regione sui problemi e programmi previsti in favore del comparto.
Subito dopo ci sarà la tavola rotonda con i responsabili delle associazioni professionali agricole, con tecnici, imprenditori del settore.

L'apertura delle esposizioni al pubblico è programmata per sabato 17 e domenica 18, in orario continuato dalle 9,30 alle 20. È prevista l'esposizione mercato di bovini, ovini e caprini organizzata dall'Associazione Interprovinciale Allevatori e l'esposizione di cavalli del Dipartimento di Incremento Ippico.
Negli stand interni sarà allestita la rassegna agro alimentare con i pane, dolci, salumi, vini, miele, zafferano.
Il nuovo padiglione sarà protagonista della Mostra Regionale dei Formaggi "Casu 2010".
Una esposizione della migliore produzione casearia sia industriale che tipica. Si potranno degustare il Fiore Sardo, il Pecorino di Osilo, il Casizzolu, la Greviera di Ozieri, il Pecorino di Nule e i formaggi classici ed innovativi dei caseifici.
In questa occasione č stato promosso il "Premio Casu 2010". Una giuria di esperti qualificati sarà impegnata in una selezione per individuare il formaggio ritenuto migliore della mostra.
I formaggi selezionati saranno quindi illustrati nell'ambito di un percorso sensoriale che si svolgerà con inizio alle 11,30 (iscrizioni 079-7851126).

Altra novità sarà l'organizzazione della Sagra del Turismo Rurale.
Agriturismo e fattorie didattiche promuoveranno i propri prodotti e servizi, degustazioni e itinerari turistici.

Domenica alle 13 sarà imbandita una grande degustazione a base di piatti tipici, vini e dolci. Di contorno è confermata la vasta esposizione di macchine ed attrezzature agricole e di impianti per la produzione energetica.

Schede di adesione

Per scaricare la scheda di adesione selezionare con il mouse il modulo di proprio interesse.

Informazioni: 079/781227 - 0797851126 - Fax 079/787376
Recapito telefonico Quartiere Fieristico San Nicola: 079/780369 -
Informazioni e prenotazioni per degustazioni guidate e Percorso di analisi sensoriali dei formaggi del premio Casu 2010: Tel. 079-7851126


Clicca sull'immagine per vedere il manifesto della Fiera 2010



Versione stampabile