Ozieri, Giovedì 21 Novembre 2019

È stato inaugurato ad Ozieri lo  Skate Park Dream

Si chiama Skate Park Dream lo Skate park inaugurato domenica 24 ottobre 2010

Una bellissima giornata dedicata interamante ai giovani, piena di colori, musica ed acrobazie

Alcuni momenti della manifestazione e la premiazione per il miglior nome elogo

L'idea di creare uno spazio adeguato per fare skate è nata da alcuni ragazzi di Ozieri appassionati di questo sport: Davide Pinna (Dj), Giuseppe Satta (Flash) e Mattia Lostia (Zurpu) i quali, tempo fa, presentarono una proposta al Comune per la realizzazione di uno skate park, già nel programma dell'Assessore Farina, all'interno di uno spazio pubblico.
La proposta, accolta dall'Amministrazione Comunale, si è trasformata in realtà con la realizzazione dello Skate Park nel quartiere Gescal.
La manifestazione è stata realizzata grazie alla collaborazione tra gli operatori del Centro per la Famiglia Lares ed i writers, i rappers e gli skaters del Distretto Sanitario di Ozieri.
Più che positivo il bilancio dell'iniziativa che ha visto la partecipazione di tanti giovani non solo di Ozieri e di un folto pubblico che ha assistito incuriosito ad una manifestazione che per Ozieri ha rappresentato una novità. L'entusiasmo tra i ragazzi era palpabile sia perché vedevano realizzato il loro sogno e anche perch´ hanno finalmente uno spazio dove poter praticare lo sport preferito senza invadere le piazze della città.
La cerimonia, è iniziata alle ore 10,00 con la benedizione dello Skate Park da parte del vicario del Vescovo don Gavino Leone alla quale è seguito il taglio del nastro, alla presenza del Sindaco dott. Leonardo Ladu, dell'assessore alle Politiche Giovanili Beatrice Chessa, dell'assessore alle Politiche Sociali dottor Filippo Fele e dell'assessore allo Sport, Spettacolo e Cultura, Antonio Arca.
Il nome e il logo dello Skate Park sono stati scelti attraverso un concorso artistico promosso negli Istituti di Istruzione Secondaria di Primo Grado del Distretto Sanitario di Ozieri, dal Centro per la Famiglia Lares - Area delle attività aggregative, culturali, ricreative e del tempo libero e dall'Assessorato alle Politiche Giovanili.
Sono pervenuti 44 elaborati, dalla scuola Grazia Deledda di Ozieri, G. A. Mura di Bono, D. Filia di Illorai e dalle scuole di Burgos e Bultei. La giuria, composta dal Sindaco di Bono, dall'Assessore Chessa, dalla Dirigente ai Servizi Sociali Dott.ssa Anna Maria Manca dal pittore Nino Marceddu e dai tre giovani del comitato promotore, hanno proclamato vincitori Sandro Moro di Bono, premiato dall'Assessore Fele per il miglior logo e Giulia Nieddu di Bono, premiata dall'Assessore Arca per il miglior nome.
I coloratissimi graffiti hanno fatto da cornice alla manifestazione: giovani writers sono arrivati da Ozieri, Sassari e Nuoro, decorando pareti, pannelli e rampe dello Skate Park. Questi i loro nomi: Davide Mastino, Davide Pinna, Matteo Poddighe, Andrea Punzurudu, Gianluca Chessa, Gabriele Sconamila, Luca Sconamila, Stefano Sechi, Mattia Calzia, Claudia Lai, Giuliano Ledda, Pira Fiorenzo, Gavino Mura, Alessandro Soliveras, Giuseppe Puddu, Lorenzo Mureddu, Federico Delogu, Mario Sanna, Tore Casu, Giuseppe Manunta.
Nello skate contest, organizzato dal team Outlaw Skate Street di Davide Sconamila di Sassari, si sono esibiti con spettacolari acrobazie: Davide Pinna e Davide Miscali di Ozieri; Nicola Gaias, Andrea Pio, Alessio Mannoni, Lorenzo Mureddu, Mario Sanna, Emanuele Cau, Italo Campagna, Andrea Cossu, Giuseppe Masia, Andrea Virdis di Sassari; Carlo Aresu di Macomer; Federico Spano di Alghero. Nella categoria Junior sono stati premiati Nicola Gaias, Alessio Mannoni e Davide Pinna; nella categoria Master Carlo Aresu, Andrea Cossu e Federico Spano con targhe offerte dal Comune di Ozieri e dal Plus e con gadget e accessori offerti da Outlaw Store.
La giornata è stata animata con grande successo da alcuni rapper locali del team hip hop ozierese VGCraw guidato da "Real AC" (Antonio Careddu), e composto da Pilli, Masto , Dj P, Flash, Dose, Slax, Joe Tukilla, El Pazzo e Federica Borghi.
Alla manifestazione hanno partecipato anche gli operatori del progetto "Bacco!! ... cosa non sappiamo?" con la distribuzione di materiale informativo, bevande analcoliche, stuzzichini e simpatici gadget.

Versione stampabile