Ozieri, Mercoledì 18 Settembre 2019

Giuseppe Altana, autoritratto

Grande successo per la mostra su Giuseppe Altana

Si è chiusa domenica 27 febbraio la mostra antologica, studiata con l'intento di valorizzare le personalità artistiche di Ozieri

Si è chiusa domenica 27 febbraio la mostra antologica dedicata al pittore Giuseppe Altana. Studiata con l'intento di valorizzare le personalità artistiche di Ozieri, rivalutandone la creatività e l'importanza artistica storica e culturale, così da rendere fruibili le loro opere non solo tra gli ozieresi, la mostra su Giuseppe Altana vuole essere solo l'inizio di un percorso che l'Amministrazione Comunale e l'Istituzione "San Michele" vogliono intraprendere, riportando alla origini altri personaggi di fama nazionale e internazionale che in questo territorio sono nati e cresciuti anche culturalmente. Secondo in ordine di tempo ma non di importanza sarà l'appuntamento con la mostra di Pietro Tinu, in fase di elaborazione.
Evento che l'Istituzione "San Michele", insieme all’assessorato alla Cultura, chiudono registrando un grande successo: oltre 3.000 visitatori che per due mesi hanno ammirato i quadri esposti nella ex Centrale Elettrica.
Si è riscontrato un interesse particolare non solo da parte degli stessi Ozieresi, che hanno partecipato assiduamente, ma anche da parte delle scuole del territorio, di Associazioni di Volontariato, e di alcune associazioni del territorio, tra cui il Rotary.
Di particolare significato la visita della delegazione Corsa del Rotary.
Anche i mass-media regionali hanno riservato spazi importanti alla promozione dell'evento non solo con servizi all'interno dei tg, ma anche dedicando uno spazio all'interno di "Videolina Mattino" con una partecipazione in diretta.
La mostra Altana è stata anche l'occasione per promuovere Ozieri, il suo territorio e le potenzialità che esso offre, ripresentarsi sul mercato della Sardegna come centro della cultura, attento alla valorizzazione della tradizione e dell'arte, ma anche l'opportunità di diffondere la conoscenza di luoghi suggestivi e importanti del punto di vista dell'archeologia industriale quale la Ex Centrale Elettrica: la prima in Sardegna, conserva ancora al suo interno i macchinari allora utilizzati.
L'Assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri e l'Istituzione "San Michele" vogliono ringraziare quanti hanno permesso la buona riuscita dell'evento: i collezionisti privati e gli Enti, tra i quali si annoverano il Seminario Vescovile, l'Istituto Incremento Ippico, l'Orfanotrofio maschile e l'Agriexport, che hanno messo a disposizione le opere in loro possesso. Un ringraziamento particolare all'Assessorato alla Cultura della Provincia di Sassari che ha reso possibile la realizzazione della mostra.

Versione stampabile