Ozieri, Giovedì 21 Novembre 2019

Finanziato dalla Regione Sardegna un progetto di innovazione del Museo Archeologico

Un salto di qualità per il Museo Archeologico alle Clarisse

Approvata dall'Assessorato regionale ai Beni Culturali la proposta progettuale del Comune di Ozieri.
Lusinghiero il sesto posto nella graduatoria finale, che in totale ne vede ammesse a finanziamento ventisei.


Museo Archeologico alle Clarisse

Era una occasione che si aspettava da tanto, quella di intervenire sul Museo Archeologico. Il progetto di potenziamento e innovazione è stato presentato a seguito del Bando FER 2007-2013 -Asse IV Operativo 4.2 - Linea di Attività 4.2.3.a., con l'obiettivo di attuare interventi volti a dare piena attuazione al Sistema Regionale dei Musei.

L'intervento prevede una spesa totale di 222 mila Euro, di cui € 197.580,00 di finanziamento regionale e di € 24.420,00 di compartecipazione da parte del Comune.
Si potrà provvedere così ad interventi strutturali e di messa a norma, di adeguamenti degli impianti di illuminazione e di sostituzione di parte di quelli esistenti con l'installazione di un sistema a sensori che porterà ad un risparmio nelle spese di gestione.

Un'altra parte del progetto è rivolta a migliorare il sistema di abbattimento delle barriere architettoniche e le condizioni microclimatiche. Mentre 121.500,00 Euro sarà il costo dell'intervento per la sostituzione ed il completamento delle teche espositive, ormai vecchie e non più funzionali. Esse saranno accompagnate da un nuovo apparato didattico e informativo con elaborazioni grafiche e fotografiche.

Si provvederà anche alla realizzazione di modelli manipolabili da tutti e, particolarmente, da non vedenti, e di una serie di copie.
Verrà aumentato a 30 il numero delle audioguide. Grande importanza viene data all'estensione delle dotazioni di software, che completerà quanto ottimamente già realizzato per il museo dalla Regione Autonoma con il programma SICPAC.

Oltre ai due filmati didattici in 3D, uno dedicato alla realizzazione di una strada romana e l'altro alla costruzione di un ponte romano, già ampiamente apprezzati dai visitatori, se ne aggiungeranno altri cinque dedicati alla Cultura di Ozieri, all'Età nuragica e alla costruzione di una chiesa medievale.
I due video di presentazione del Museo e della Città, attualmente con audio solo in Italiano, verranno editati anche in lingua Inglese.
Parte del finanziamento sarà infine dedicato alla stampa di 20 mila depliants in lingua inglese che completeranno il materiale informativo già esistente in italiano.

Il Sindaco Leonardo Ladu e gli assessori alla Cultura Antonio Arca e al Bilancio Agostino Pinna hanno sottolineato con soddisfazione il raggiungimento di questo nuovo traguardo, e hanno ringraziato l'equipe comunale formata da personale del Settore di Servizi Tecnici, dalla Direzione del Museo e dalla Smeralda Consulting, rendendo merito all'unità di intenti con la Minoranza, che ha fiduciariamente approvato l'adeguamento dello Statuto del Museo, richiesto dalla normativa, per non mancare l'importante occasione di finanziamento. Ne va disconosciuto il merito dell'apparato dell'Assessorato regionale ai Beni Culturali, per la correttezza e celerità nei tempi di risposta.
Ora il progetto dovrà tradursi in fatti altrettanto celermente, in quanto il cronoprogramma prevede la realizzazione di tutto in soli dodici mesi.

Visita il sito del Museo ArcheologicoLink esterno, apre una nuova finestra

Versione stampabile