Ozieri, Martedì 12 Novembre 2019

Ozieri, Tula ed Erula,  selezionate dalla Regione nell'ambito del bando

In fase di elaborazione il Piano d'Azione delle Energie Sostenibili

Ozieri, Tula ed Erula sono state selezionate dalla Regione nell'ambito del bando "Smart City - Comuni in Classe A", come una delle 20 comunità pioniere che in Sardegna saranno supportate nella elaborazione e attuazione degli interventi inseriti nel PAES, che potranno anche beneficiare di strumenti finanziari specifici.

È in pieno svolgimento la fase di elaborazione del PAES (Piano d'Azione delle Energie Sostenibili) che Ozieri, Tula ed Erula stanno predisponendo per la programmazione delle azioni che dovranno contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati con la sottoscrizione del Patto dei Sindaci dell'Unione Europea.

Ozieri, Tula ed Erula sono state selezionate dalla Regione nell'ambito del bando "Smart City - Comuni in Classe A", come una delle 20 comunità pioniere che in Sardegna saranno supportate nella elaborazione e attuazione degli interventi inseriti nel PAES, che potranno anche beneficiare di strumenti finanziari specifici.

I tre comuni, impegnati da tempo nella promozione di un nuovo modello di sviluppo sostenibile dei propri territori, hanno aderito con convinzione all'iniziativa della Commissione Europea, che si è concretizzata con la sottoscrizione del Patto dei sindaci.


    Per questo le amministrazioni si sono impegnate a raggiungere questi obiettivi:
  • ridurre i propri consumi energetici del 20 per cento entro il 2020;
  • incrementare del 20 per cento l'uso di fonti rinnovabili entro il 2020;
  • a ridurre del 20 per cento il proprio livello di emissioni di CO2 in atmosfera.


La Regione ha messo a disposizione 20 tutor che supporteranno e affiancheranno le comunità pioniere in tutte le fasi del progetto. Il lavoro che porterà alla elaborazione del PAES è giÓ iniziato con la raccolta dei dati, ma ora entra nel vivo con le azioni di coinvolgimento dei cittadini, imprese, istituzioni, associazioni.

Va ricordato infatti che il progetto intende costruire il cambiamento dal basso, partendo dal coinvolgimento delle amministrazioni locali e dalle abitudini quotidiane di tutti i cittadini in rapporto al consumo di energia anche per rilanciare l'economia locale attraverso l'innovazione. È necessario, per questo, mobilitare le idee e l'impegno delle comunità.

È stata quindi programmata una attività di sensibilizzazione e coinvolgimento con la diffusione di informazioni e materiale divulgativo. In questo ambito assume particolare rilievo l'organizzazione di laboratori di progettazione aperti al pubblico, allo scopo di stimolare la partecipazione dei cittadini, delle associazioni, delle imprese del territorio nella formulazione di idee e proposte concrete a supporto del PAES.

È stato quindi organizzato per giovedì 26 luglio, presso il Convento delle Clarisse di Ozieri, un laboratorio che si terrà dalle ore 16 alle 21.

Nel laboratorio saranno fornite informazioni sulla produzione ed il consumo di energia sul territorio, sulle opportunità delle energie rinnovabili. Si lavorerà insieme, cittadini, amministratori, esperti, società civile per definire un comune futuro e quali idee permetteranno di ottenerlo.

Ai cittadini, alle imprese, alle forze sociali del territorio è richiesta qualche ora di impegno per progettare insieme un futuro migliore. Le proposte e gli orientamenti che emergeranno nel corso dell'incontro contribuiranno a definire la strategia del PAES e ad individuare le azioni per il raggiungimento degli obiettivi programmati.

Versione stampabile