Ozieri, Giovedì 21 Novembre 2019

Su trinta 'e Sant'Andria

Il successo de Su Trinta 'e Sant'Andria

Almeno 10 mila presenze fra i rioni del centro storico. Affollate fino a tardi tutte le cantine e i punti di degustazione. Per l'assessore Carmelo Lostia la manifestazione sta registrando una crescente partecipazione della comunitā ozierese e capacitā di coinvolgimento.

La lettera di ringraziamento alle cantine e a tutti quanti hanno collaborato alla piena riuscita.

Semplicemente straordinario!

Circa 10 mila persone provenienti da tutte le parti dell'isola, numerosi continentali e stranieri, sotto un cielo stellato contro il quale si stagliano meravigliose sutteas, hanno percorso le vie del centro storico di Ozieri. Oltre 3000 calici consegnati, quintali di pane spianata preparata con il grano Capelli, ettolitri di vino: Alvarega, Redagliadu, Muristellu, Cannonau e il tipico rosato prodotto nelle colline ozieresi sono stati consumati insieme a quintali di salsiccia e formaggi che costituivano il contorno a una trentina di pietanze locali offerte dalle 24 cantine partecipanti. Un successo l'esposizione dei prodotti nel ristrutturato Palazzo Costi che oltre al "panefino", copulette e il sospiro di Ozieri a presentato lo zafferano, i formaggi e i salumi prodotti nella piana di Chilivani.

Una occasione straordinaria per il centro storico, ma anche fattore economico importante per i produttori, ristoratori, bar, B&B e i commercianti che hanno organizzato la Notte bianca.

Ma anche questa edizione, una "Sagra ecologica". Seppure insufficienti, a fronte di circa 10,000 persone che sino alle quattro del mattino hanno festeggiato, gli oltre 5,000 kit in mater-b distribuiti alle cantine e il servizio di spazzamento del mattino, la plastica e il resto č stato sufficientemente differenziato, ne fanno riprova le numerose cantine che la domenica si sono recate all'eco-centro.

Una trentina i camper arrivati in cittā guidati dal Presidente regionale dell'Associazione "camperisti" che ha voluto esprimere parole di ringraziamento per l'ospitalitā ricevuta dai cantinieri e entusiastici apprezzamenti per la bellezza della cittā.

Numerose le visite ai musei e alle Carceri ottocentesche, queste rese fruibili grazie all'intervento prestato gratuitamente dalla "cooperativa dei disoccupati" di Ozieri.

La manifestazione che ha registrato, inoltre, una cresciente partecipazione della comunità ozierese, sta sempre più acquisendo maggiore popolarità e capacità di coinvolgimento, oltre ad una connotazione propria che la differenzia da tante altre iniziative similari. Fattore che fa pensare,se sapremo preservarne lo spirito, ad un futuro in crescita.

Il tutto caratterizzato dalle iniziative di solidarietà poste in essere dalle cantine a favore delle famiglie bisognose e che hanno subito i danni dell'alluvione dei giorni scorsi.

Un risultato straordinario ottenuto grazie alla generosità, il lavoro e la competenza di tante persone che fanno tanto sapendo quello che fanno.

Per tutto questo sento il dovere di scrivere e pubblicare questa nota quale formale segno di riconoscenza, da parte dell'Amministrazione comunale, per tutti quelli che hanno permesso la realizzazione di questo evento che ho avuto l'onore di coordinare.

Per questo desidero esprimere i sensi della mia gratitudine per il determinante e significativo concorso fornito da tutti e in particolare voglio ringraziare:Viticoltori, proprietari e gruppi animatori cantine , Pro Loco, l'Istituzione San Michele, commercianti di Ozieri, Agenzia Laore, Logudoro Servizi, Chilivani Ambiente, associazioni, cori, cantadores , balletti e gruppi musicali. Per ultimi ma primi nei miei pensieri i dipendenti comunali dei diversi Settori: Attività Produttive, Ufficio tecnico, Cultura e P.I., Polizia Locale per il personale impegno profuso oltre ogni dovere professionale durante le fasi di organizzazione e gestione.

Grazie a tutti, anche a quelli che, involontariamente, ho certamente dimenticato.

Carmelo Lostia, Assessore Attività Produttive

Condividi questa notizia

Clicca sulle immagini per visualizzare l'ingrandimento

Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria
Su trinta 'e Sant'Andria

Versione stampabile