Ozieri, Sabato 4 Aprile 2020

Monumenti Aperti 2014

Monumenti Aperti 2014

Sabato 24 e domenica 25 maggio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 apriranno al pubblico, gratuitamente, alcuni monumenti di grande interesse storico-artistico e culturale della Città

La manifestazione, ideata nel 1997 dalle associazioni culturali Ipogeo e Imago Mundi e con il sostegno di diverse Istituzioni, per costituire uno stimolo alla tutela e valorizzazione dei beni culturali e ambientali e come occasione di comune impegno tra scuole, associazioni, enti e istituzioni.

Monumenti Aperti, dal 2000, per volontà del suo Comitato Scientifico e dell'Assessorato Regionale del Turismo, ha assunto dimensione regionale, arrivando, ad oggi, alla XVIII edizione, ad aver coinvolto 106 comuni che almeno una volta hanno attivato la manifestazione sul proprio territorio.

La formula prevede che nei giorni della manifestazione quanti più monumenti, in particolare quelli normalmente chiusi o difficilmente accessibili, siano aperti e illustrati al pubblico grazie a visite guidate condotte da studenti delle scuole e volontari.

Ponte Romano 'Pont'Ezzu' - Ozieri

Il Comune di Ozieri e l'Istituzione San Michele per l'anno 2014 hanno aderito a "Monumenti Aperti 2014": manifestazione che rappresenta uno straordinario appuntamento per la scoperta e salvaguardia del patrimonio cittadino.

Simbolo di una civiltà che per prima si diffuse in tutta la Sardegna (3500./2700 a.C.), centro più importante del Monte Acuto e sede del più antico premio letterario in lingua sarda, Ozieri è una vivace cittadina che offre al visitatore l'opportunità di un percorso non convenzionale di preistoria e storia dell'isola. Si rivela al visitatore nel suo elegante aspetto neoclassico: il tessuto urbano è costituito da un fitto intreccio di ripide strade gradinate, che si aprono in innumerevoli slarghi e piazzette. Chiamata Perla del Logudoro, conserva intatte atmosfere, profumi e sapori della sapiente tradizione produttiva e culinaria. Le produzioni tipiche, le feste, i musei, i beni monumentali e storici ne fanno un luogo da visitare durante tutto l'arco dell'anno.

Sabato 24 e domenica 25 maggio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00 apriranno al pubblico, gratuitamente, alcuni monumenti di grande interesse storico-artistico e culturale della Città: gruppi di volontari, associazioni culturali e gli alunni delle scuole cittadine, con le guide dell'Istituzione San Michele, accoglieranno i visitatori e li guideranno nella conoscenza di questo patrimonio.

Oltre a quelli già visitabili nell'arco dell'anno saranno aperti al pubblico altri luoghi della cultura.

I visitatori saranno guidati alla scoperta:

della Chiesa di Sant'Antioco di Bisarcio dai ragazzi della 3° media di Chilivani, preparati dall'insegnate Franca Mangatia;

per la Grotta San Michele dai bambini della 3° elementare del Cantaro con l'insegnate Immacolata Sini;

per il Civico Museo Archeologico dagli alunni della 3° media con professor Stefano Peralta;

per il Museo Diocesano di Arte Sacra gli alunni della 2° media del professor Pietro Frau;

per la Pinacoteca cittadina "G. Altana" e la Cattedrale dell'Immacolata i ragazzi del Polo Liceale di Ozieri seguiti dalla professoressa Pinna.

Sarà possibile vistare il Ponte Romano Pont'ezzu e il Nuraghe Sa Mandra a Sa Jua con l'Associazione Giovani San Nicola;

la Chiesa di San Nicola con l'Associazione Micologica;

la monumentale Fontana Grixoni con il percorso sotterraneo e i Palazzi del Centro Storico cittadino accompagnati dai ragazzi dell'Istituto Tecnico della professoressa Marina Puddinu;

le Carceri Borgia dalle donne del M.O.I.C.A.;

la Chiesetta del Rosario dal Coro Polifonico Cantori del Logudoro, la Compagnia delle Donne e il Balletto Folk Città di Ozieri.

Le visite guidate saranno curate dal Panathlon Ozieri, dall'Associazione Possibilmente e dal Premio Ozieri presso la Chiesa di San Francesco e il Centro di Documentazione della Letteratura Sarda; presso la Biblioteca Comunale dai ragazzi della classe 3° dell'Istituto Tecnico "E. Fermi" di Ozieri del progetto ESABAC; dai ragazzi della 1° media con l'insegnate Donatella Sini nel Museo etnografico La taverna dell'Aquila, presso il Museo dell'Arte Molitoria dai bambini della 5° elementare seguiti dall'insegnate Sandra Zambolin, mentre alla Chiesa di Santi Cosma e Damiano ci sarà la Società Beata Vergine del Rimedio.

Sarà garantito un servizio navetta con partenza dall'info point situato in piazza Garibaldi, a cura di Night & day.

Un fitto calendario di eventi collaterali animerà entrambe le giornate: Pony game presso il Nuraghe Sa Mandra 'e Sa Jua, a cura del Centro Equitazione Ozierese: giochi sul tema sul neolitico, Passeggiate a cavallo, con il Gruppo Cavalieri Ozieri con partenza da Pont'Ezzu; presso la sala conferenze dell'ex convento delle Clarisse sarà allestita la mostra "Colori e Immagini…dal sogno alla realtà" a cura delle allieve del Maestro Pulli C. Dore, R. Porcheddu, P. Murru, R. Schipilliti, M.A. Sanna, nel Centro di Documentazione della Letteratura Sarda sarà visibile una collezione di manoscritti di Antonio e Giovanni Cibeddu a cura del Premio Ozieri, nell'auditorium del Centro Giovani del Centro Culturale San Francesco andrà in onda "Noi, noi siamo infinito": reportage tra Siria e Turchia di Maria Vittoria Pericu (con inaugurazione venerdì 23 maggio); le donne del MOICA Ozieri produrranno la tradizionale pasta ozierese: "So Maccarrones de Ungia" presso il cortile delle Carceri Borgia.

"Plasmare la terra": sabato 24 presso la Grotta San Michele e domenica 25 nel Piazzale dell'ex Convento delle Clarisse , ci sarà una dimostrazione delle tecniche preistoriche di lavorazione dell'argilla, a cura degli archeologi Daniele Chessa e Gianmario Buffoni.

Alcuni componenti dell'Associazione San Leonardo Bidda Noa entrambi i giorno alle ore 11.00 e alle 15.30 accompagneranno i visitatori alla scoperta dei vicoli della città con un Trekking urbano.

Nei locali del Centro di Documentazione della Letteratura Sarda sarà allestita una Mostra di pittura delle pittrici Anna e Daniela Squintu

Sabato 24 dalle 15.00 nella piazza centrale del quartiere San Nicola si svolgerà il Memorial Sandrino Sanna, organizzato dal Motorday Ozieri. Alle 17.00 presso la Chiesa di Sant'Antioco di Bisarcio, a cura del Lions Club Ozieri si terrà il concerto Gospel del coro "The Popular Voice Gospel and Band di Telti", si prosegue alle 18.30 presso la chiesa del Rosario con il concerto della Corale Polifonica Cantori del Logudoro, e per finire l'esibizione della banda Città di Ozieri alle 19.30 nella chiesa di San Francesco Domenica mattina alle 11.00, con partenza dal piazzale della Grotta San Michele il coro Città di Ozieri si esibirà con un concerto itinerante.

Presso il Chiostro Centro Culturale San Francesco i ragazzi classe 3° dell'Istituto Tecnico "E. Fermi" di Ozieri del progetto ESABAC allestiranno la Mostra "Expò Albert Camus"e domenica 25 alle 17.00 si esibiranno in un reading musicale e la proiezione del film. Si coclude la manifestazione Domenica alle ore 20.00 in Piazza Carlo Alberto (Cantareddu) con il Flash Mob "Break the chain" , Per dire No alla Violenza sulle Donne, a cura dello Spazio Donna del Plus di Ozieri e delle Palestre di Ozieri.

Nella rassegna "Gusta la Città" sarà possibile gustare, sia nei ristoranti che nei punti ristoro, piatti della tradizione locale.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare l'Istituzione San Michele al numero 079/787638 o inviare una mail a promozione.istituzione@comune.ozieri.ss.it

Documenti

Ordinanza di chiusura al traffico di zone del territorio comunale sede di interesse storico in occasione della manifestazione culturale "Monumenti Aperti"

Elenco dei monumenti aperti, visitabili gratuitamente

Visita il sito Welcome to Ozieri

Condividi questa notizia

Versione stampabile