Ozieri, Mercoledì 16 Ottobre 2019

Mostra personale di Lino Pes

Mostra personale di Lino Pes

Inaugurata venerdì 19 Settembre la mostra personale "Il viaggiatore orientale" del pittore Lino Pes

La mostra del pittore olbiese, allestita nella Pinacoteca cittadina "Giuseppe Altana", si concluderà il 5 Ottobre 2014.

Mostra di Lino Pes

Il pittore, sulla scena nazionale ed internazionale da circa 50 anni, espone ad Ozieri circa trenta dipinti realizzati nell'ultimo decennio.
Da molti anni Pes alterna un raffinato e contemporaneo figurativo (erede della lezione dei grandi maestri sardi di inizi Novecento) ad un maturo informale; egli brilla per originalità nel panorama artistico sardo dell'ultimo trentennio, seppure egli stesso dichiara l'influenza subita dagli artisti della West-Coast americana.

Le sue opere manifestano una grande intensità cromatica e compositiva, cose che gli hanno permesso, tra l'altro, di esporre nel 2013 al Parlamento europeo di Bruxelles (alcune di queste opere saranno esposte a Ozieri).

Nei suoi dipinti informali trae fonte di ispirazione dall'osservazione della natura: da essa attinge i materiali che trasforma e rinnova combinandoli in nuove ed attraenti forme.

Come rilevato dal critico Ivo Serafino Fenu, Pes considera la tela non solamente un luogo pittorico, quanto piuttosto una dimensione dello spirito, trascendente e immateriale.
L'informale di Pes è ricco di grafismo intriso di simbologie arcane evocanti un Oriente mitico e primigenio.

Pes, in fondo, è innamorato della natura, è l’amore, si sa, è spesso irrazionale ed istintivo; alla natura, perciò, egli si avvicina con il rispetto dell'uomo primitivo, che ancora sapeva scorgerne la magia.

È per questo che i simboli di Pes hanno un sapore arcaico, come un alfabeto ancora da decifrare.

Il colore, del quale Pes deve essere considerato un maestro, ha un ruolo fondamentale nella sua pittura: talvolta è rapido e violento come l'esplosione della passione, altre volte delicato e malinconico.
In definitiva, la visione dell'arte di Pes non lascia di certo indifferenti, semmai ci trasporta nella sua dimensione emotiva, come in un altro ieri distante.

L'esposizione, di grande valore artistico e fortemente voluta dall'Assessorato comunale alla Cultura, è stata curata da Mario Lai e Michele Calaresu con la collaborazione dei critici d'arte Simona Campus e Paolo Sirena.

La mostra di Pes e la collezione permanente della Pinacoteca cittadina sono aperte al pubblico tutti i giorni (eccetto il lunedì) da venerdì 19 settembre a domenica 5 ottobre, con orario dalle 17 alle 20.

Condividi questa notizia

Versione stampabile