Ozieri, Lunedì 14 Ottobre 2019

Pittori sardi del secondo Novecento

Pittori sardi del secondo Novecento

Nella Pinacoteca Giuseppe Altana, in Via De Gasperi, Venerdì 19 dicembre 2014 ore 15,00 sarà inaugurata una importante mostra d'arte con le opere dei pittori sardi del Secondo Novecento.
La mostra sarà aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle 15.00 alle 18.00.

Come da tradizione degli ultimi anni, le festività natalizie ozieresi saranno allietate da un'importante mostra d'arte promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Ozieri e dall'Istituzione culturale "San Michele".

La mostra collettiva "Pittori sardi del secondo Novecento" sarà visitabile presso la Pinacoteca cittadina "Giuseppe Altana" (nella ex Centrale Elettrica) da venerdì 19 dicembre, tutti i giorni eccetto il lunedì, dalle ore 15 alle 18, unitamente alla collezione permanente della Pinacoteca.

L'esposizione è stata curata ed allestita dagli esperti d'arte Mario Lai e Michele Calaresu, che hanno selezionato 32 opere (dipinti, disegni e ceramiche) di 24 tra i maggiori artisti sardi del secondo Novecento.

È un'occasione unica per gli appassionati perché le opere esposte provengono da collezioni private, mai esposte al pubblico.
Tra le opere ve ne sono anche due recentemente donate alla Pinacoteca.

Tore Cau, olio su tela

Gli artisti in mostra vanno dagli scomparsi Melchiorre Melis, Pietro Antonio Manca, Giovanni Pulli, Bernardino Palazzi, il pattadese Antioco Pintus, Guido Cavallo, Gavino Tilocca, Foiso Fois, Libero Meledina, Costantino Spada, Tore Cau, Ausonio Tanda, Antonio Ruju, Antonio Corriga, Antonio Demuro, Antonio Atza e l'ozierese Luigi Comida, a quelli ancora in attività, come Salvatore Fara, Giuseppe Silecchia, Emilia Comiti, Elio Pulli, Lino Pes e l'ozierese Mario Lai.

La selezione consente di ammirare artisti non presenti nella collezione permanente della Pinacoteca (quest'ultima pur visitabile) e riscoprire personaggi oggi quasi dimenticati, ma che un tempo avevano l'apprezzamento del pubblico e della critica.
In prevalenza si tratta di arte figurativa, interpretata secondo le varie correnti artistiche che hanno interessato l'arte sarda tra gli Anni 40 e gli Anni 80.

La mostra è pure l'occasione per poter apprezzare la recente opera editoriale promossa dal Comune con il finanziamento della Fondazione del Banco di Sardegna, il catalogo completo della collezione artistica del Comune di Ozieri, curato da Mario Lai e Michele Calaresu, che consente una migliore fruizione e comprensione delle opere d'arte esposte.

Condividi questa notizia

Versione stampabile