Ozieri, Venerdì 20 Ottobre 2017

Consenso alla donazione degli organi

Consenso alla donazione degli organi

Al momento del rilascio o rinnovo della carta di identità è possibile esprimere il proprio assenso. Ozieri fra i primi Comuni della Sardegna

Presso l'ufficio Anagrafe del Comune sarà possibile, a partire da lunedì 23 Marzo 2015, manifestare la propria volontà alla donazione di organi e tessuti da parte di tutti i cittadini maggiorenni residenti a Ozieri che, in occasione del rilascio della carta d'identità, potranno liberamente manifestare la propria volontà di diventare donatori di organi e tessuti.

Consenso alla donazione degli organi

Il sindaco dott. Leonardo Ladu, comunica l'avvio di un progetto alla cui realizzazione hanno lavorato gli operatori dei Servizi Demografici del Comune seguendo percorsi di formazione, in collaborazione col Centro Regionale Trapianti della Sardegna.

Si vuole così sostenere la donazione quale gesto di responsabilità e di altruismo che, supportato dai progressi della medicina, può offrire attraverso il trapianto, una concreta possibilità di cura e in molti casi di sopravivenza a pazienti iscritti in lista d'attesa.

Sino ad oggi, infatti, si poteva manifestare la propria volontà alla donazione recandosi, presso le ASL, o firmando l'atto olografo dell'Associazione Italiana Donatori d'Organi (AIDO), o compilando e firmando la Tessera Regionale del Donatore o le Tessere delle Associazioni di Donatori e Malati o con una dichiarazione in carta libera.

Da oggi, in aggiunta a queste modalità, i cittadini residenti in questo Comune, potranno, se lo desiderano, manifestare la propria volontà alla donazione anche al momento del rilascio della carta d'identità.
L'indicazione di consenso avverrà attraverso un modulo dichiarativo, compilato dall'utente e vidimato dall'autorità comunale e restituito in copia all'utente stesso.
Questa sarà l'unica documentazione attestante la dichiarazione sottoscritta poiché nulla sarà evidenziato sulla Carta d'Identità sulla quale dunque, non sarà apportata alcuna annotazione.
Contestualmente, l'Ufficiale d'anagrafe inserirà la dichiarazione in una procedura informatizzata e la volontà alla donazione sarà acquisita telematicamente dal Sistema Informativo Trapianti (SIT) del Ministero della Salute.

L'obiettivo di questa opportunità è che la dichiarazione resa dal cittadino presso l'Anagrafe è subito disponibile e registrata nel Sistema Informativo Trapianti (SIT) e ciò, oltre ad avere valore legale, consente in qualsiasi momento, la consultazione ai Centri di Coordinamento Regionali Trapianti.

La norma prevede la possibilità che in qualsiasi momento ogni cittadino possa modificare la dichiarazione di volontà, con una dichiarazione successiva che dovrà in questo caso essere resa presso la propria ASL.

La realizzazione di questo progetto ha richiesto un lavoro di diversi mesi sia degli operatori dei Servizi Demografici del Comune che hanno partecipato a corsi di formazione tenuti da illustri professori nella disciplina dei trapianti presso l'Ospedale Binaghi di Cagliari, sia del Responsabile dell'Ufficio Informatico del Comune che ha curato la parte tecnica relativa ai collegamenti telematici, certificando le postazioni preposte al rilascio delle carte d'identità e rendendo così possibili i collegamenti tra queste e il Centro nazionale trapianti.

I cittadini che si rivolgeranno allo sportello potranno avere informazioni corrette e puntuali sul tema sia recandosi personalmente anche previo appuntamento presso gli uffici demografici ove saranno ricevuti con riservatezza, negli orari al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 09 alle 12.30 e il martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30, oppure telefonando ai numeri 079/781243/ 781209/ 781231.

Per ulteriori approfondimenti più strettamente connessi alla disciplina dei trapianti è assicurata la disponibilità dei medici del Centro Regionale Trapianti Sardegna, che lavorano presso l'ospedale Binaghi di Cagliari.

Scarica il pieghevole con informazioni, domande e risposte sull'iniziativa

Condividi questa notizia


Versione stampabile