Ozieri, Sabato 21 Settembre 2019

Monumenti Aperti 2016

Monumenti Aperti 2016

Un appuntamento di straordinaria importanza per la promozione turistica e culturale della Città e del territorio, Sabato 14 e Domenica 15 maggio


Dopo il successo della scorsa edizione, l'Amministrazione comunale di Ozieri, con l'Istituzione San Michele, è lieta di aderire ad un appuntamento di straordinaria importanza per la promozione turistica e culturale della Città e del territorio.

Monumenti Aperti

Simbolo di una civiltà che per prima si diffuse in tutta la Sardegna (3500./2700 a.C.), centro più importante del Monte Acuto e sede del più antico premio letterario in lingua sarda, Ozieri offre al visitatore l'opportunità di un percorso non convenzionale di preistoria e storia dell'isola.

Il 14 e 15 maggio saranno aperti al pubblico gratuitamente, alcuni monumenti di grande interesse storico-artistico e culturale della Città: gli alunni delle scuole cittadine, con volontarie le associazioni culturali, e guidati dagli operatori dell'Istituzione San Michele, accoglieranno i visitatori e li accompagneranno alla conoscenza di questo patrimonio.

Oltre a quelli già visitabili nell'arco dell'anno come la Chiesa di Sant'Antioco di Bisarcio con il pozzo medievale e la fonte nuragica, la Grotta San Michele, il Civico Museo Archeologico "Alle Clarisse", il Museo Diocesano di Arte Sacra e la Pinacoteca cittadina "G. Altana", sarà possibile visitare la Fontana Grixoni e il percorso sotterraneo, le Carceri Borgia e la cella di rigore, il Palazzo di Corte con il Museo del Cavallo, il nuraghe Sa Mandra e Sa Jua, il Ponte romano Pont'ezzu, il Museo dell'Arte Molitoria, il Centro Culturale e la Chiesa di San Francesco e il Centro di Documentazione della Letteratura sarda e la chiesetta romanica di San Nicola. Per la prima volta sarà possibile visitare il Cimitero monumentale, Palazzo Costi, la casa Bellu Su Foghile de Corralzu e il Prometeo.

Un programma di eventi collaterali contribuirà a rendere ancora più interessante la manifestazione ad iniziare da Venerdì 13 maggio alle 18.00 presso l'ex Asilo Infantile, dietro Fontana Grixoni, sede della Fondazione La Speranza: Mario Costi presenterà il suo libro "L'Antico Splendore": storia della famiglie Costi e del Palazzo. A seguito sarà possibile visitare, in anteprima, il Palazzo, recentemente restaurato.

Le giornate di Sabato 14 e Domenica 15 saranno animante da diversi eventi.

Sabato 14 mattina alle ore 10.30 sempre nei locali dell'ex asilo l'architetto Martina Diaz, per il ciclo "LA SPERANZA nei/dei/con i GIOVANI, terrà la conferenza "I progetti della Fontana Grixoni".
In queste occasioni sarà possibile vedere l'esposizione fotografie dei bambini frequentanti l'asilo dai primi del '900 ad oggi ed estratto dei documenti e progetti dell'archivio dei 3 Enti morali che dal 1878 hanno operato ad Ozieri.

Il Centro di Documentazione della Letteratura Sarda accoglierà l'esposizione di manoscritti di Antonio e Giovanni Cubeddu, a cura del Premio Ozieri.
Sempre il Centro di Documentazione ospiterà la M.O.I:C.A che darà dimostrazione della produzione de So Maccarrones de Ungia, tipica pasta ozierese e la Mostra fotografica "Ozieri Militare", a cura dell'Istituzione San Michele: gli alunni della classe Quarta B della scuola elementare dell'Istituto Comprensivo n.2, accompagnati dall'insegnate Maria Giovanna Cossu, guideranno i visitatori nella storia militare ad Ozieri.

Al Museo Archeologico alle Clarisse sarà possibile vedere la mostra fotografica "Fotografi Emergenti" a cura dell'Associazione culturale sportiva e sociale Il Piccolo Principe: alcuni giovani fotografi amatoriale mettono in mostra la loro visone del mondo.
Ne Su Foghile de Corralzu sarà allestita una Esposizione degli oggetti tradizionali di Andrea Bellu e PierGavino Palitta e i coltelli artigianali di Federico Cubeddu.

Annimarie Paivarinta presenta la sua Mostra personale. Finlandese di nascita, ma ozierese d'adozione, esporrà i suoi quadri e illustrerà le sue espressioni artistiche e le sue tecniche.
A cura dell'Oratorio "Il Portico di San Nicola" il laboratorio di Ricamo e di Cucito Creativo, presso la Chiesetta di San Nicola, con esposizione e vendita dei lavori di hobbistica e non solo.

I bambini volontari al Ponte Romano Pont'Ezzu si cimenteranno nella Visita guidata teatralizzata: accompagneranno i visitatori alla scoperta del ponte romano in costume.

Sabato 14 alle 17.00 il Coro Città di Ozieri si esibirà per le vie del centro storico con partenza da Piazza Carlo Alberto, e terminerà presso la pinacoteca Cittadina Giuseppe Altana.

Presso la Pinacoteca Cittadina alle 18.00 sarà presentata la mostra Personale dell'artista Jacopo Scasselati "Broken": giovane pittore e scultore, dopo Parigi e Atlanta, esporrà le sue opere, in una mostra personale, tra cui alcune inedite.

Domenica 15, alle 11.00, nel Ponte romano Pont'Ezzu si potrà assistere alle Olimpiadi Romane: rievocazione storica delle olimpiade ai tempi dei romani.

L'edizione 2016 chiude Domenica 15 alle 17 con "Terrighinado": il trekking urbano dell'Associazione San Leonardo Bidda Noa che porterà i visitatori alla scoperta degli angoli più suggestivi e meno conosciuti della Città di Ozieri, con partenza dalla Caserma del 46. È necessaria la prenotazione (per info 079/787638).

I siti culturali rimarranno aperti sabato 14 dalle 16.00 alle 21.00 e domenica 15 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00.

Sempre all'interno della manifestazione la rassegna Gusta la Città, a cura dei ristoratori di Ozieri.

Sarà garantito un servizio navetta gratuito per i siti extra urbani.


Per ulteriori informazioni contattare l'Istituzione San Michele al numero 079 787638 o inviare una mail a promozione.istituzione@comune.ozieri.ss.it o visitare il sito www.welcometozieri.it.

- Visita il sito Monumenti Aperti
- Visita il sito Welcome to Ozieri

Condividi questa notizia

Versione stampabile