Ozieri, Sabato 29 Aprile 2017

Un amico ...per sempre

Un amico ...per sempre

Parte la Campagna di adozione dei cani custoditi nel canile convenzionato. Previsti contributi al mantenimento di 700 euro. Si punta a far milgiorare le condizioni di vita dei cani e ridurre gli ingenti costi affrontati dal Comune.

Al via dal primo agosto la campagna del Comune di Ozieri per l'adozione dei cani custoditi nel canile convenzionato. L'Amministrazione comunale cerca così di sensibilizzare i propri cittadini ad adottare i cani, che pur essendo ora adeguatamente accuditi nel canile, possono migliorare le loro condizioni di vita se accolti nell'ambiente familiare.

Sono previsti contributi al mantenimento, per un massimo di due cani adottati, di euro 700 a cane, da erogare per 400 euro al momento dell'adozione e 150 nei due anni successivi. Il contributo è elevato a 800 in caso di adozioni da parte di anziani oltre 65 anni, disabili o da chiunque fa ricorso alla pettherapy. La campagna si inserisce nell'ambito di un programma più generale fondato su più obiettivi: prevenire il randagismo, favorire le adozioni, contenere le ingenti spese affrontate nei canili convenzionati e realizzazione di un canile comunale.

«Il problema del randagismo insiste in questo territorio, in termini preoccupanti, da diversi anni – afferma l'Assessore all'Ambiente Carmelo Lostia - La normativa vigente attribuisce al Sindaco la competenza in materia di igiene e sicurezza cittadina, per cui ha l'obbligo di richiedere l'intervento del Servizio veterinario della ASL per l'accalappiamento, è compito di quest'ultimo provvedere in termini operativi. Sin qui ad oggi, nonostante l'esiguità di risorse disponibili, l'ASL ha garantito il servizio, l'assistenza e la consulenza. I punti di debolezza emergono nella fase successiva: il randagio una volta catturato, se non identificabile per individuarne il proprietario, deve essere ricoverato presso un canile, prima sanitario e poi rifugio, a spese del Comune.»

Ad oggi risultano ospitati presso un canile privato, convenzionato col Comune di Ozieri, oltre 130 cani per un costo anno di oltre 90.000 euro. La consistenza numerica dei randagi catturati risulta 5 volte superiore al rapporto popolazione/cani ricoverati individuato nelle direttive regionali.
Nonostante questo la Regione non ha stanziato alcun contributo in favore dei comuni e l'ultimo assegnato ad Ozieri nel 2014 era di appena 7.000 euro.
«Emerge in tutta evidenza - continua l'Assessore Lostia - che, senza una programmazione sulla destinazione e sul futuro dei cani accalappiati, non si può procedere ad una massiva operazione di accalappiamento. Come non risulta conveniente il ricovero continuo, come è finora avvenuto, a spese del Comune, dei cani in canili molto lontani dalla nostra città, dove il controllo sul loro stato risulta difficoltoso e discontinuo, oltre a non assicurare il contenimento della spesa».

Per questo si opererà da un lato con una azione per favorire un randagismo controllato e dall'altro per promuovere la realizzazione di un canile comunale.
Nell'ambito del controllo del randagismo si proseguirà con la collaborazione con la ASL iniziata nel 2015 per il monitoraggio della situazione canina e il progetto di identificazione e microchippatura dei cani pastore (ad oggi 585 su 727).
C'è poi l'avvio della campagna per le adozioni dei cani ricoverati in canile alle condizioni previste nel Regolamento approvato dal Consiglio Comunale in data 21.01.2016, con contributi al mantenimento. Le associazioni che favoriscono le adozioni possono contare su un contributo ulteriore di 100 euro per cane affidato.

È prevista anche l'adozione a distanza di un cane custodito nel canile da parte di persone singole o gruppi (scuole, associazioni) e l'attivazione della figura del "cane di quartiere" o "cane accudito", con reintroduzione nell'ambiente di cani catturati e sterilizzati come previsto dalle direttive regionali.

Per promuovere l'apertura di un canile comunale sarà invece presentata entro l'anno alla Regione la richiesta del completamento della struttura esistente e sarà proposto all'interno del Piano di Sviluppo Locale il progetto di completamento per n. 250 cani. Tutto per cercare di ospitare i cani nel territorio, con ottimizzazione della spesa e con possibili opportunità occupazionali.

Il regolamento e i moduli per l'adozione sono scaricabili da questa pagina.

Informazioni

Per informazioni telefonare al n. 079/781227 o inviare una email a: uff.commercio@comune.ozieri.ss.it


Allegati:


Condividi questa notizia

Versione stampabile