Ozieri, Mercoledì 16 Ottobre 2019

20mila presenze alla fiera di Ozieri

20mila persone alla Fiera di Ozieri

Interesse per le esposizioni zootecniche e affari per gli espositori dell’agroalimentare e della mostra dei formaggi. Grazie a questi dati Il prossimo anno Ozieri dovrebbe ospitare la Mostra Internazionale dei Bovini Charolaise e Limousine.

Cresce ancora la Fiera di Ozieri, che quest'anno ha riproposto una importante esposizione zootecnica.
Un successo di pubblico che ha accompagnato la grande presenza di allevamenti e di espositori dell’agro alimentare e macchine agricole. La manifestazione si è così confermata come sito di riferimento per il comparto zootecnico ed agro alimentare del Nord Sardegna.
L’esperimento del biglietto di ingresso ad un euro, esclusi i minori, ha suscitato pareri contrastanti, c’è chi si è lamentato e chi invece ha anzi proposto un biglietto più consistente.
Soddisfatti gli organizzatori e primi fra tutti l'assessore alle attività Produttive Antonello Sgarangella. "Abbiamo cercato di coinvolgere gli enti e le istituzioni come l'ARA, la Regione, Provincia, La Camera di Commercio e il Banco di Sardegna – dice l'Assessore Sgarangella - bisognava infatti condividere il fatto che la Fiera di Ozieri rimane strategica per il comparto del Nord Sardegna".
Secondo quanto affermato dal presidente nazionale dell'Anacli, Roberto Nocentini, Ozieri con questi numeri è candidata ad ospitare il prossimo anno la Fiera Internazionale delle razze Charolaise e Limousine. "Dobbiamo essere grati agli allevatori sardi – ha detto Nocentini - perché hanno continuato a credere, nonostante le enormi difficoltà, nello sviluppo dei bovini da carne".
La medaglia d'oro come miglior allevamento è andata ad Azara Salvatore di Tempio che ha preceduto l'Azienda De Candia di Calangianus e Lei Giovannina di Nulvi. Gli allevatori hanno dichiarato di avere avuto buoni contatti sia gli allevatori dei bovini, che quelli degli arieti.
Affari anche nei padiglioni dedicati all'agro alimentare e alla Mostra dei Formaggi Casu 2011. Fra i premiati la Cooperativa di Mores, la greviera delle aziende Sanna e Piras e i muffettati di Massimo BO.
Molto interesse ha destato la spianata preparata con grano cappelli coltivato ad Ozieri e anche quella cotta nel forno a legna con il lievito madre.
Bene le degustazioni del turismo rurale i laboratori di educazione alimentare ed i percorsi guidati per l'abbinamento di vini e formaggi. Spalti pieni nel ring al momento della sfilata prima dei campioni della mostra bovini e quindi degli splendidi stalloni del Dipartimento del Cavallo, fra i quali i due nuovi acquisti prestigiosi di livello internazionale.

L'Amministrazione Comunale ringrazia gli attori della manifestazione fieristica.
"Considerato il successo della Fiera e delle iniziative che ne hanno costituito il programma, a nome dell'Amministrazione comunale intendo rivolgere un ringraziamento all'Assessore Regionale all'Agricoltura Mariano Contu e agli altri rappresentanti istituzionali e delle organizzazioni professionali agricole che hanno voluto presenziare all'evento, testimoniando la vicinanza al mondo agro-zootecnico del nostro territorio.
Ringraziamento che va doverosamente esteso al Presidente dell'ARA Sardegna, Marco Scalas, e dell'Aipa Fausto Sanna, oltre che all'Agenzia Laore, al Dipartimento del Cavallo, alla Provincia di Sassari, alla Camera di Commercio e al Banco di Sardegna.
Mi sento poi di rivolgere un grazie agli allevatori e ai produttori per aver contribuito in maniera sostanziale alla riuscita dell'appuntamento fieristico che rappresenta una importante occasione di sostegno per l'intero comparto zootecnico e agro alimentare del Nord Sardegna.
Infine rivolgo un apprezzamento nei confronti delle associazioni, la Pro Loco, le cooperative, gli operatori del Comune e degli enti coinvolti, che pur in presenza di difficoltà strutturali e finanziarie, hanno consentito l'effettuazione della manifestazione ed il raggiungimento degli obiettivi preposti".

Il Sindaco, Leonardo Ladu

Versione stampabile