Particolare della parte posteriore 
   

Alfredo Pirri

Per noi

A volte, viene da chiedermi che cosa sono davvero, un conservatore, o cos'altro? Sono un ribelle, uno che distrugge e non guarda in faccia nessuno? 
Proprio non lo so. In me avvengono dei cambiamenti repentini, che non c'entrano l'uno con l'altro, e pertanto non si ricongiungono.
Non riesco a decidermi di essere un conservatore, perché neanche allora mi troverei nella società che desidero. Non riesco neanche a decidermi di essere un vero socialdemocratico, per quanto l'idea socialista sia l'unica idea sociale che io abbia sperimentato e che secondo me rimarrà viva per sempre. Però l'esserlo mi andrebbe terribilmente
stretto, e poi non ci sarebbe neanche un linguaggio che potrei capire, nulla di artistico, nel senso aulico del termine, e neppure amore per l'arte -sembra strano, eppure.... 

Né del resto riesco a vedermi come "alternativo", perché in quel campo manca del tutto la tradizione e, col passare degli anni, per me la cosa più importante diventa proprio la tradizione.
Ebbene, l'unica cosa che so di certo è che vorrei studiare la tradizione, leggendo, ovviamente da appassionato, e portarla avanti o almeno sostenerla. In tal senso sono probabilmente.. conservatore o cosa? ...non saprei ancora dirlo.
  
(da Intervista sulla scrittura di Peter Handke)

 


Comune di Ozieri - La Pietra & il Ferro
Parco-Museo di Scultura Contemporanea all'Aperto
2001/ Tutti i diritti riservati