Vai a sottomenu e altri contenuti

In consiglio la discussione sui rifiuti provenienti da Oristano e fuori bacino

Data: 10/07/2008
In consiglio la discussione sui rifiuti provenienti da Oristano e fuori bacino

Come da impegni presi nelle sedute di Consiglio Comunale precedenti, finalmente siamo in grado di dare notizie certe su tutta la problematica rifiuti conferiti e conferibili nella nostra discarica di Coldianu gestita da Chilivani Ambiente S.p.A.
A seguito della chiusura e sequestro della discarica di Bau Craboni, causata da una denuncia per possibile fuoriuscita di percolato dalla stessa discarica, essendo questa una emergenza regionale, la Regione ha chiesto la solidarietà ai vari ambiti territoriali ottimali fra cui Ozieri, Villacidro e Macomer.


Relazione dell'Assessore all'Ambiente Gianfranco Mundula

'Come da impegni presi nelle sedute di Consiglio Comunale precedenti, finalmente siamo in grado di dare notizie certe su tutta la problematica rifiuti conferiti e conferibili nella nostra discarica di Coldianu gestita da Chilivani Ambiente S.p.A.
A seguito della chiusura e sequestro della discarica di Bau Craboni, causata da una denuncia per possibile fuoriuscita di percolato dalla stessa discarica, essendo questa una emergenza regionale, la Regione ha chiesto la solidarietà ai vari ambiti territoriali ottimali fra cui Ozieri, Villacidro e Macomer.

 Veduta della discarica di Coldianu

Il giudice ordinario ha confermato la chiusura ed il sequestro della discarica di 'Bau Craboni' di Oristano; anche se alcuni Comuni dell'Oristanese hanno fatto ricorso al TAR Sardegna chiedendo la riapertura della stessa per altri 3-4 mesi fino al completo esaurimento, poco o niente cambierà.
Alla luce di questi fatti da un monitoraggio prodotto da 'Chilivani Ambiente S.p.A.', fatto 20 giorni fa, sono emersi i seguenti dati: la discarica di Coldianu, senza il conferimento dei rifiuti previsti in arrivo dall'Oristanese, e prevedendo la messa in marcia dell'impianto di compostaggio di Coldianu (attualmente in costruzione e con ipotesi di avvio fra 12-14 mesi), ha una capienza residua di conferimento per altri 13 anni.
Colgo l'occasione per sottoporre all'attenzione di tutto il Consiglio Comunale i dati ed anche la relativa certificazione numerica, di cui dispongo.

Rifiuti smaltiti nella discarica di Coldianu nell'anno 2007


Ozieri con i 23 Comuni vicini:
circa 30 tonnellate al giorno pari a 9.5oo tonnellate annue

Soggetti diversi autorizzati:
21,44 tonnellate al giorno, pari a 6.560 tonnellate annue

Fanghi da depurazione:
0,640 Tonnellate al giorno, pari a 195 Tonnellate annue

Il conferimento più corposo, forse sottovalutato e passato in sordina, è quello
in atto da oltre 5 anni proveniente dall'ex bacino n. 13 Gallura
nella misura di 2 TIR giornalieri pari a 60-65 Tons al giorno, pari a 17.745 Tonnellate annue

TOTALE: 34.000 Tonnellate annue

La stessa quantità è prevista per l'anno 2008.
Le tariffe per il conferimento sono pari ad Euro 72,79 + 5,16 + IVA per R.S.U. o R.S.A. (Rifiuto solido assimilabile).
Su tutte le quantità conferite, il ristoro o agio per il Comune ospitante la discarica è di Euro 2,88 + IVA per tutto il 2007 e da ricontrattare per il 2008.
Mi voglio soffermare sul conferimento, a molti sconosciuto, della Gallura. Infatti il conferimento costante di 60-65 Tonnellate/giorno è quasi il triplo di quanto conferito da Ozieri con i suoi 23 Comuni viciniori. Questo stato di cose risulta essere in atto da oltre 6 anni (gestione Amministrazione Cubeddu e precedente) e diminuirà così la durata della discarica di almeno 5 anni.
Eppure, in questa Aula, questo argomento non è mai stato affrontato in forma così chiara, mentre si è discusso abbondantemente sulla eventuale ipotesi di poter ricevere qualche TIR di RSU Campano mai a noi richiesto e mai arrivato, o alla richiesta -questa volta reale- di Bau Craboni.
Non è mai stato focalizzato che il conferimento proveniente dalla Gallura ha già accorciato la durata della nostra discarica di 5 anni.
Il gestore dell'impianto della Gallura gode del beneficio di pagare anch'egli 72,79 Euro per Tonnellata conferita: molto meno di quello che avrebbe dovuto pagare per conferire al CINES di Olbia, oggi sua provincia di appartenenza, nella discarica di 'Spiritu Santu'.
Chiedo che tutti i Consiglieri facciano una riflessione su questo stato di cose che dura ormai da parecchio tempo; è necessario pensarci.
Siamo già intervenuti con la Regione e con la Società 'Chilivani Ambiente'. Tuttavia ribadisco che con questa quantità di conferimenti la Discarica di Coldianu potrà durare ancora per 13 anni anziché i 18 anni preventivati in origine senza il conferimento della Gallura che, come dicevo prima, è sconosciuto alla stragrande maggioranza dei nostri concittadini.
La Regione Sardegna, la Questura di Sassari, la Società 'Chilivani Ambiente', nelle date del 09 Giugno, e per ultimo in data 25 Giugno, hanno comunicato al Comune di Ozieri quanto segue:
dal giorno 16 Giugno, 13 comuni dei 38 dell'Oristanese, che prima conferivano a BAU CRABONI, stanno conferendo a Coldianu con una quantità pari a 75 Tons/g prevedendo un conferimento complessivo per un Anno pari a 24.000 Tonnellate. Con queste quantità la durata della discarica di Coldianu si riduce di 10 mesi per anno.
Con questi dati certi l'Amministrazione Comunale ha attivato immediatamente un tavolo di concertazione con la Regione Sardegna e con il gestore stesso della discarica; in quella occasione, ed in base ai dati esposti, faremo due richieste che sono le richieste minime:

  • I costi di conferimento in discarica dei nostri rifiuti devono essere annullati ed azzerati fin tanto che dura il conferimento dell'Oristanese. Se Tempio e la Gallura pagassero tariffe per fuori ambito, se altrettanto facessero i Comuni dell'Oristanese non risolveremo i nostri problemi di durata della discarica ed inoltre non è nostra intenzione vessare altri Enti Locali perché; comunque è una partita che gestirà la Regione concertando anche con il Comune di Ozieri.
  • L'altra richiesta che faremo alla Regione per questa disponibilità e solidarietà, sarà la concessione nel campo dell'energia, sia essa eolica, solare o fotovoltaica, comunque energia da fonti rinnovabili'.

    Gianfranco Mundula / Assessore all'Ambiente

    La foto è di Michele Costanza - www.ozieri.eu

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto