Vai a sottomenu e altri contenuti

Sassari-Olbia: al via a dicembre i lavori per la quattro corsie

Data: 01/10/2008
Sassari-Olbia: al via a dicembre i lavori per la quattro corsie

Accolte buona parte delle istanze della Città di Ozieri

Lunedì 29 settembre si è svolta a Cagliari la Conferenza di servizi convocata dalla Struttura di Missione per il G8 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
I lavori, durati complessivamente sei ore, hanno consentito di accogliere le numerose richieste di modifiche pervenute dalle amministrazioni comunali, dalle Soprintendenze, dagli Enti interessati e dai comitati spontanei. Ad esse si aggiungono quelle che potranno derivare dalla fase di Valutazione d'impatto ambientale, che procede in parallelo.

Le osservazioni dei sindaci riguardano soprattutto il minor consumo possibile del territorio, il rispetto delle attività economiche esistenti e la possibilità di integrare gli interventi nei Piani di sviluppo locale e regionale.

Al primo punto dell'ordine del giorno vi era la nuova strada Sassari-Olbia, che diventerà a quattro corsie. Costituisce il principale collegamento trasversale del nord Sardegna e, per intensità di traffico e di mezzi pesanti, è afflitta da uno dei più alti tassi di incidentalità che hanno reso prioritario un intervento di profondo adeguamento rispetto a qualunque altra strada dell'isola.

Dopo la prima stesura del progetto preliminare, discusso nello scorso gennaio durante una pre-conferenza di servizi a Sassari, le comunità locali hanno avanzato circa 40 osservazioni e richieste di modifiche che i progettisti hanno in qualche caso già inserito all'interno del progetto, mentre in altri casi sono stati necessari approfondimenti tecnici. I sindaci e i rappresentanti delle Province, tuttavia, hanno espresso una generale soddisfazione per il recepimento delle richieste presentate.

L'attuale strada a due corsie, lunga 76 km, presenta velocità di percorrenza variabili tra 50 e 80 km/h con numerose intersezioni a raso, lunghi rettilinei con limitata sezione e curve inadeguate. La futura strada avrà una carreggiata di 22 metri, tutte le intersezioni a livelli sfalsati, con velocità di progetto massima di 120 km/h.

Grazie alla procedura accelerata messa in campo dal G8, dagli sforzi della Regione e dei progettisti, durante i mesi estivi sono state sciolte numerose questioni aperte che hanno portato all'individuazione di una serie di aggiustamenti del progetto per soddisfare le esigenze delle popolazioni locali e per un suo minore impatto nel territorio. Tali modifiche, sancite nella Conferenza dei Servizi, vincoleranno le imprese aggiudicatarie a redigere i progetti definitivi in ottemperanza alle prescrizioni date.

Per l'Amministrazione Comunale di Ozieri hanno partecipato ai lavori il Sindaco Leonardo Ladu e l'Assessore Gianfranco Mundula.
Ladu ha espresso soddisfazione per l'impulso finalmente assicurato ai procedimenti tecnici e amministrativi per la realizzazione di un'opera, da troppo tempo attesa e di fondamentale importanza per lo sviluppo del Nord Sardegna. La delegazione ozierese ha sottolineato la rilevanza delle risorse finanziarie rese disponibili dalla Regione Sardegna: oltre 480 milioni di Euro.

Da segnalare infine che buona parte delle osservazioni del Comune di Ozieri, condivise, fra l'altro, negli interventi di gran parte dei Sindaci presenti, sono state accolte. Leonardo Ladu ha in particolare sottolineato l'esigenza di una migliore distribuzione degli svincoli e di un più razionale collegamento della nuova Sassari Olbia con la SS 131, via Mores,con il Goceano e con l'Anglona.

In relazione alla marcata vocazione agricola e zootecnica dei territori attraversati dal nuovo tracciato Ladu ha raccomandato la necessità di salvaguardare l'operatività delle numerose e produttive aziende agricole del Monteacuto, del Logudoro e della Gallura.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto