Vai a sottomenu e altri contenuti

Definizione agevolata ICI

Data: 05/11/2007
Definizione agevolata ICI

Nella seduta del 25 ottobre 2007 la massima assemblea civica ha approvato l'attivazione del procedimento per la definizione agevolata dell'ICI

Sulla base di una precisa normativa introdotta dalla Legge Finanziaria Nazionale per l'anno 2005 i cittadini titolari di diritti reali sulle unità immobiliari non dichiarate in Catasto, oppure per le quali sussistano situazioni di fatto non più coerenti con i classamenti catastali per intervenute variazioni edilizie, che abbiano presentato all'Agenzia Provinciale del Territorio, prima che il Comune, ne abbia fatto richiesta, gli atti di attribuzione e/o di aggiornamento (Docfa) con indicazione della data cui fare riferire la mancata presentazione della denuncia catastale, a pena di inammissibilità della definizione agevolata, possono definire i rapporti tributari relativi alle annualità d'imposta arretrate di competenza, riferite agli anni 2002-2003-2004-2005 e 2006, con il versamento di una somma pari alla sola imposta, calcolata con l'applicazione dell'aliquota vigente nel periodo di riferimento, all'intero imponibile nel caso di prima attivazione di rendita ovvero al maggiore imponibile adottato, nel caso di aggiornamento della rendita preesistente.

DEFINIZIONE AGEVOLATA ICI
AGGIORNAMENTO DEL CATASTO

In esecuzione della deliberazione di Consiglio Comunale n. 68 del 25.10.2007, il Comune consente a tutti i cittadini di mettersi in regola, prima che vengano effettuati da parte dell'Agenzia del Territorio gli accertamenti previsti dalla finanziaria 2005 dello Stato, con verifica degli immobili non ancora dichiarati al catasto o la cui situazione di fatto non corrisponde a quella dichiarata.
Pertanto, chi ancora non avesse provveduto a dichiarare al catasto gli immobili di proprietà o non avesse aggiornato la rendita degli immobili a seguito di migliorie fatte o variazioni d'uso, è invitato a:

  • Presentare al Catasto la variazione catastale, tramite un tecnico abilitato, entro il 31 Dicembre 2007 con l'indicazione precisa della data cui fare risalire l'intervento. Per i soli fabbricati ex rurali, ammissibili alla definizione agevolata, tale scadenza è stabilita, ai sensi del Decreto Legge 262/2006 al 30.11.2007;
  • Versare l'ICI calcolata con l'applicazione dell'aliquota vigente nel periodo di riferimento, all'intero imponibile nel caso di prima attivazione di rendita ovvero al maggiore imponibile adottato, nel caso di aggiornamento della rendita preesistente, entro 15 giorni dalla data di presentazione della variazione catastale all'Agenzia del Territorio di Sassari e comunque entro il 15 Gennaio 2008;
  • Presentare la comunicazione (come da modello predisposto dal Comune) all'Ufficio Tributi entro 30 gg. dalla data di presentazione alla Agenzia del Territorio degli atti di attribuzione /aggiornamento catastale, e comunque entro il 31 Gennaio 2008, con allegato copia del Modello D1 del DOCFA e del bollettino di c.c.p. del versamento effettuato.

Solo aderendo alla definizione agevolata del Comune si può evitare di incorrere nelle procedure coattive con l'applicazione del regime sanzionatorio previsto dalla finanziaria del 2005, con pagamento di sanzioni ed interessi.

[documentazione scaricabile]


[Informazioni]

Ufficio Tributi del Comune - tel. 079/781208 - dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12,30 e il Martedì e il Giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00. Oppure presso il proprio C.A.F.

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Referente: MEM Informatica
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto