Vai a sottomenu e altri contenuti

Collezione Punica e Romana

Pochi reperti si riferiscono ai punici, che al momento non sembra si siano attestati nel territorio.

Il resto viene dagli stanziamenti e costruzioni di epoca romana, che segna una riduzione nel numero di abitati, alcuni in continuità con i precedenti, altri di nuovo impianto ed estranei ai modelli locali.

La stele di Ferentius proviene da Cuzi, forse occupato da un fundus o praedium di un tal Cossius.

Altri importanti documenti epigrafici sono quelli su due miliari, che insieme ai tre ponti sul Rio Mannu qualificano il territorio come luogo di transito importante fra i porti Turris e Olbia nella direttrice che da Cagliari raggiungeva il porto sul Tirreno.
Ponte'Ezzu è il secondo per grandezza nell'isola.

Materiali da stipe votiva, un busto di Sarda Ceres, balsamari, reperti vitrei, cinerari da necropoli, in particolare da Bisarcio, Punta 'e Navole, Sa Mandra 'e sa Jua e Ruinas danno una idea della dislocazione della popolazione, certo legata alla monocoltura cerealicola, ma anche illustrano il processo di deculturazione e assimilazione che il territorio subì.

Pont

Museo Archeologico di Ozieri - Stele di Ferentius - Sala III.

Museo Archeologico di Ozieri - Sarda Ceres (Sala III).

Museo Archeologico di Ozieri - Olpe punica. - Sala III

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto